5 (più 1) idee regalo sotto i 30 euro per bambini da 1 a 2 anni ovvero #arrivaNatale

Secondo appuntamento con l’inesorabile.
Perché, come vi dicevo la settimana scorsa, prima o poi vi toccherà.
Verrà il giorno in cui dovrete fare un regalo al figlio di un qualunque parente, amico, chi vuoi tu.

Alziamo allora la posta, parliamo di nani compresi tra 1 e 2 anni.

Mediamente vogliono iniziare a camminare, a parlare, a fare, a pasticciare, a rompere, a distruggere, a tartassare.
Ma sopra ogni cosa, vorranno giocare con tutto ma proprio tutto TRANNE che con i giochi che ci hanno detto super adatti alla loro età.
Ameranno le chiavi di casa, i coltelli in cucina, la tavoletta del cesso, il cellulare, la scopa, i lacci delle scarpe, tutto quello che è pericoloso, sporco, strano, praticamente NON ADATTO.

Come si rimedia?

Continua a leggere

Annunci

5 idee regalo sotto i 30 euro per bambini da 0 a 1 anno ovvero #arrivaNatale

Ci sono avvenimenti inesorabili nella vita.

Il primo giorno di scuola.
Tu non ci vorrai MAI andare ma stai certo che qualcuno ti ci trascinerà.

Un unghia che ti si rompe dieci minuti dopo che lo smalto si è asciugato. E ti avevano pure detto che era smalto rinforzante.

Un giorno di pioggia nella tua vita di madre con un nano così piccolo che qualunque attività che va oltre al gioco puro e semplice può sembrare equiparabile alla scalata del monte Everest o inutile quanto cercare di cambiare una gomma alla macchina da sola.

Natale rientra in questi eventi inesorabili. Tanto arriva tutti gli anni, meglio arrivarci armati, dico io.

Oh, certo che puoi anche ignorarlo o essere di una qualunque altra religione che non contempli il Natale o puoi essere una di quelle persone anticonsumismo a livelli massimi.

Io stessa sono una di quelle madri che “meno giochi hai, più ce ne inventiamo”, soprattutto quando i bimbi sono molto piccoli.

Tutto quello che vuoi.

Ma verrà il giorno in cui dovrai fare un qualunque regalo al figlio di uno qualunque dei tuoi amici, di un parente, di chi vuoi.

Ho pensato, quindi, di darvi qualche idea lungo tutto questo mese di preparativi spasmodici, di corse all’ispirazione che non c’è, di follia generale insomma, con post dedicati ai regali suddivisi per fascia di età.

Continua a leggere

Questi sì che sono regali (sotto i 30€)!

Non so voi ma io ho notato subito che i bambini sono attirati da tutto tranne che dai giocattoli cosiddetti “studiati apposta per loro”.
Rici amava e ama ancora le chiavi di casa di un amore folle e senza senso.
A 4 mesi le voleva succhiare, con mio enorme disgusto, a 2 anni tenta di chiudere a chiave qualunque porta si trovi nei paraggi. Sempre con la stessa chiave.
Ale è attirato dagli arnesi di cucina. Pentole, posate, mestoli. Lui giocava a fare la pappa a un anno e ti passava piattini vuoti ma pieni di fantasia con la costanza che una nonna emiliana ci mette nel chiederti “ne vuoi ancora? Ma non mangi?”. Ancora adesso vuole dare da mangiare a tutti, cavalli di plastica e macchinine comprese.

È vero che nel mio post sui giocattoli a costo zero vi ho detto che era inutile comprare tanti giochi ai nostri bimbi…lo penso ancora ma in questo mio riposo forzato mi sono imbattuta in un web-store da mille e una notte!
Non ho resistito a questi giochi imitativi, come li chiamano loro, interamente di legno, di design e originalissimi.
Anche perché…quante volte i Piselli si sono impossessati del mio iPhone facendo una strage?

iphonedilegnoIMG_0499.JPG

E vogliamo parlare della macchina per il caffè?

macchinacaffeIMG_0498.JPG

La torta che piacerebbe ad Ale

IMG_0496-1.JPG

E per essere in & chic…

IMG_0497-0.JPG

Ottimi anche come regali di Natale, no?
Non farò pubblicità non richiesta al sito ma se volete indicazioni su dove trovare queste perle e molto altro sui generis, scrivetemi e faccio la spia 😉

Giocattoli fai da te a costo (quasi) zero

Ma quanti giocattoli compriamo ai nostri figli?
Sì, lo so, non è uno di quegli argomenti mai trattati ma davvero devo dirvi una cosa a riguardo.
C’è chi, come mia nonna, ha sempre paura che si annoino (masantodio, ti sai annoiare a 2 anni?).
C’è chi, come il MegaManager, li compra per poi giocarci lui (la casa invasa da Lego Duplo?)
C’è chi, come me, li compra per vedere la loro faccina felice. Sono della peggior specie, lo so.
C’è chi si sente in colpa, chi lo usa come baratto (scendi di lì che così poi andiamo a comprare qualcosa di bello per te), chi non sa farne a meno.
Qualunque sia la ragione sappiate che i bambini almeno fino a 3 anni, è vero, giocano con qualsiasi cosa. Sul serio.
Ne ho avuto la prova quest’inverno, quando con i Piselli ho frequentato un centro giochi pomeridiano per adulti e bambini.
Vi propongo i giochi più contesi dai bimbi da 15 a 36 mesi, che vi potete tranquillamente fabbricare a casa.

bottiglie di plastica da mezzo litro contenenti sabbia, sassini, zucchero, orzo, caffè, anche solo semplice acqua.
I bimbi sono attratti dal fruscio, dal movimento del contenuto.
Io ho infilato nella bottiglia anche una vecchia collana piena di perline colorate che non usavo più ed è stato un successone.

una scatola (va bene anche quella per le scarpe) a cui potete praticare dei fori sopra. Conservate i tappi di plastica di acqua, succo, latte e insegnate ai bimbi a infilarli nei buchini.
Aiuta tantissimo lo sviluppo della manualità.

sacchetti di iuta che potete riempire con la pasta, con delle foglie, con dei pezzetti di carta e invitare il bimbo a infilare la manina senza guardare il contenuto. Vedrete che faccine meravigliate al tatto di qualcosa di sconosciuto!

la pasta e qualche bicchiere di plastica fanno miracoli!
I travasi sono le attività più consigliate per bimbi piccoli. Aiutano ad acquisire sempre maggiore sicurezza nei movimenti con le mani.
Se non avete paura di sporcare in giro, potete provare ad usare anche farina gialla, zucchero, orzo.

– La chicca che si compra con pochi euro all’Ikea.
Non chiedetemi perché ma ho visto bimbi, compresi i miei, perdersi per delle ore a girare palline!!

20140804-145245-53565878.jpg

Si accettano suggerimenti, perché l’inverno è sempre moooolto lungo e i soldi sono sempre quelli che sono! 😉