Viaggio nella pedagogia alternativa: l’asilo nel bosco

Ho iniziato da tempo ad interessarmi di pedagogia, ovviamente con il lavoro che faccio era imprescindibile, e la materia è veramente complessa, varia e da approfondire con cautela.

Tanto varia che nuove correnti di pensiero sono nate negli ultimi 50 anni e magari nemmeno ce ne siamo accorti.

Da genitori, a volte è difficile districarsi tra le offerte formative, la pedagogia che le sostiene, la struttura che accoglie e gli insegnanti o educatori che si prendono cura dei nostri figli.

Ho deciso di parlarvi, in due “appuntamenti” dedicati, di due modi diversi di vivere la scuola con cui mi sono scontrata-incontrata più recentemente: l’asilo nel bosco e la flipped class.

Partiamo subito con qualche informazione sulla “pedagogia del bosco” che sta prendendo piede anche nella mia città.

Cos’è, dove e quando nasce?

Il primo asilo nel bosco è nato negli anni ’50 in Danimarca ma nel giro di pochi anni nasceranno tanti asili di questo genere in tutto il Nord Europa.

Sono centri educativi dove la giornata è svolta principalmente all”aperto in qualunque stagione dell’anno (sì, anche in inverno!) e la cui filosofia si basa su principi ben definiti:

  • la natura come fonte inesauribile di gioco e stimolazione positiva nel bambino, che ne riconoscerà istintivamente il valore e imparerà a rispettarne i ritmi e la valenza per noi essere umani
  • il gioco libero, associato ad una routine quotidiana, come stimolo allo sviluppo delle relazioni sociali, della sicurezza e della fiducia in sé stessi anche in relazione alla possibilità di muoversi in libertà in uno spazio ideale come quello del bosco

canada

…e in Italia?

Continua a leggere

Annunci

#SuccedesoloaBologna: il Cinno Day!!!

  • Non sono sparita, ero in pausa-viaggi.

    Io, i Cinni ed MM, ebbri di novità, ci siamo presi del tempo per assimilarle, digerirle ed eventualmente rialzarci e siamo fuggiti sui monti, senza Annette.

    Abbiamo deciso molte cose, tra le quali, visto che ai Cinni piace viaggiare, esplorare, vedere meraviglie nuove, conoscere bambine biondissime e regalare macchinine, insomma dicevo …abbiamo deciso cose piccole e grandi.

    Tra le piccole va sicuramente annoverata questa: organizzare più gite, più occasioni di crescita per i Cinni, più divertimento sano.

    Che le gite, si sa, fanno bene all’anima un po’ di tutti.

    E allora….Cosa fate sabato 18 e domenica 19 Aprile?

    Venite con noi al Cinno Day!

                              

    Continua a leggere

Un augurio grande come una casa ovvero storie di un pomeriggio speciale

Ieri pomeriggio siamo andati ad un compleanno.

Era la prima volta e direi che come prima festa di compleanno non c’è male!

Metti una mamma blogger dei miei stivali, due Cinni sovraeccitati, un pizzico di MegaManager, un’azienda che, piaccia o non piaccia, è una delle più grandi realtà italiane del settore, condisci con un grande progetto di solidarietà, un mucchio di blogger con prole al seguito e aggiungici una mucca con gli occhiali, giochi, magia, una torta…boom!
Ne esce un pomeriggio meraviglioso, tutto gioco, divertimento, allegria, colore… proprio come se fossimo in famiglia.

Di cosa sto parlando?

Ma dell’evento “Un augurio grande come una casa”, organizzato da Cameo per festeggiare 8 anni della mucca MuuMuu!

Continua a leggere