#diversamentevacanze: Bologna d’estate per i bambini

Le nostre #cacanze sono iniziate da quasi 2 settimane.
Quest’anno sono stata ottimista e non ho voluto iscrivere i Cinni a nessun campo solare, estivo, laboratorio e chi più ne ha più ne metta. Non perché non ce ne fossero, ce ne sono pure troppi, sintomo di quella solitudine genitoriale che mi trovo sempre più spesso davanti. Ormai i nonni disponibili h24 sono un lusso che pochi possono permettersi quasi quanto le vacanze di 3 mesi, miraggi.

Quest’anno è andata così perché nella mia testa da fricchettona, volevo offrire un’estate d’altri tempi ai Cinni, una di quelle dove ti annoi pure, perché è sano, perché in fondo ho bei ricordi di quando fissavo il soffitto alle 15,30 del pomeriggio stesa sul letto perché nonna voleva che mi “riposassi”, perché di tempo per correre dietro a qualcosa/qualcuno ne avranno.

Al mare, in attesa di agosto, ci si va il sabato facendo avanti e indietro dai Lidi Ravennati per la San Vitale: immaginatevi una scena da anni ’50. Macchina carica di cose e persone, km e km di campi, sole che ti acceca, fila interminabile di auto nella stessa condizione, famiglie una dietro l’altra tipo una mise en abime, tutte che tentano di raggiungere l’acqua stile oasi nel deserto. Semaforo, paesino, campagna, semaforo, autovelox, paesino, campagna. Avanti così per 1 ora e venti minuti.
Dentro all’auto, una madre che canta ininterrottamente per 1 ora e venti minuti nella speranza di intrattenere la prole, un padre che smadonna sottovoce per il 1256simo vecchino in canottiera che fa i 45 km/h in testa alla carovana e due Cinni che “adda un ghirasoglie, adda una macchinina ossa, adda il cielo blu, mamma siamo ‘rrivati? Adesso? Adesso? Adesso?

In fondo a noi piace così.

Il resto della settimana Santa Madre ha scoperto che Bologna offre parecchie alternative slow a chi rimane in città gran parte dell’estate.

Primo fra tutti il cinema in Piazza Maggiore che è un must, soprattutto per i grandi.
Il programma di Bè Bologna Estate però è ricco di appuntamenti anche per i piccoli: ci sono visite guidate della città a prova di piccoli camminatori, fiabe raccontate ad alta voce, laboratori creativi tematici per tutti gusti. Date un’occhiata qui e qualcosa lo troverete di sicuro.

La nostra scoperta più bella restano i parchi.
Ce ne sono tantissimi, anche nascosti, anche in pieno centro e il nostro gioco preferito è fare una visitina a ciascuno e segnarlo su una vecchia carta di Bologna e provincia.

Parco Cavaioni

Il mio preferito è Parco Cavaioni, sulle colline, dove l’aria è più leggera e la vista ti mozza il fiato.
Bellissima la vecchia villa al centro del parco totalmente ristrutturata e oggi sede di Ca’Shin, un progetto di ecosostenibilità ed innovazione per avvicinare adulti e bambini al concetto naturale di stagionalità e rispetto dell’ambiente e della coltivazione.
All’interno un ristorante, un orto, un parco bioenergetico, una biblioteca/ludoteca, tutto a misura di bambino.
Organizzano attività per i bimbi, laboratori, cene a tema, camminate.

20160626_151643

Un altro luogo magico per cenare in mezzo alle vigne e partecipare ad uno degli eventi mai banali è Fienile Fluò. Immerso nel verde, curatissimo, offre anche stanze per dormire.

In pieno centro, invece, abbiamo appena scoperto Play>Zoo al Giardino Lavinia Fontana in via del Piombo.
Brunch, laboratori e attività culturali a tema cibo e libri da 0 a 99 anni!

In effetti…non è che ci annoiamo poi tanto!

 

*******

Questo post partecipa al tema del mese delle StorMoms, gruppo di blogger che ogni mese riflette assieme sul web su uno dei temi scottanti della maternità e del mondo dei bambini.

Vuoi partecipare? Scrivi il tuo contributo sul tuo blog e faccelo sapere!

Siamo anche su Facebook e Instagram!

13333005_1792133054354538_3581710421008958397_n

Annunci

5 pensieri su “#diversamentevacanze: Bologna d’estate per i bambini

  1. Pensieri rotondi ha detto:

    Una vera vacanza da slowmom, insomma 🙂 Bellissimi i tuoi ricordi, verissima l’osservazione sulla noia. Mi piace questa scoperta dei parchi, segnarli sulla carta come tesori. Per me luglio va ancora bene, l’anno scorso li avevo tutti e 3 a casa a Milano, quest’anno invece non ho resistito e mi sono organizzata, ma il vero delirio sarà da metà agosto a metà settembre: un mese, tre bambini, zero break. sarà dura…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...