Prendersi del tempo per sè stessi ovvero di quando ho provato la microdermoabrasione di Jafra

Non sono mai stata un fan della cosmesi.
Ecco, l’ho detto.
Le creme, i trucchi, i parrucchi non hanno fatto parte della mia vita per parecchio tempo, almeno fino dopo i 20 anni.
Non ho mai pensato alle implicazioni o alle conseguenze dell’incuria della mia pelle semplicemente perché quando sei giovane….sei giovane! La tua pelle fa mediamente schifo, sei piena di brufoli, inizi col Topexan sperando nel miracolo e poi….dopo un mese lo butti perché non ti stai dietro e sì e no ti sarai lavata la faccia col prodotto 6 volte ma proprio non capisci come mai non siano spariti i punti neri come per magia.

Da quando sono diventata mamma, però, ho capito il significato più profondo di prendersi cura del proprio corpo.
Ci volevano due Cinni, una gravidanza e 20 mesi insonni per farmi capire che prendersi cura di sé è un rituale.
È come quando ci metti 20 minuti a spalmare di olio il piccolo burroso Cinno appena nato.
È come ammettere che si esiste ancora. É come rimettere un punto di inizio dopo che per tanto tempo ci si è presi cura quasi esclusivamente del prodotto del nostro corpo, il dolce pargolo che ci ha tolto il sonno, ci ha donato capelli sfibrati e “ciucciati”, una pelle lucida da far paura e un paio di occhiaie perenni in bella vista…e tanta tanta gioia, of course.

Durante la gravidanza mi sono spesso sentita “invasa”, come se non fossi più padrona di me stessa.
In questi giorni mi sento ancora incinta.
Incinta di cose da sbrigare, risolvere, terminare.
Come accennavo, ieri mi sono presa la MIA pausa.
E per la prima volta ho incluso un trattamento benessere al mio corpo, una coccola, qualcosa che fosse davvero solo per me.

Ho provato la microdermoabrasione di Jafra, che detta così sembra una roba strana da centro estetico qualificato e invece si può fare a casa tua.
Il kit è semplice da utilizzare, super compatto e quindi facilmente trasportabile.

image

A cosa serve?
Ad avere un colorito più sano, intanto, grazie ad un’azione esfoliante delicata, che stimola il processo di rinnovamento cutaneo. E questo l’ho visto subito, mi ha tolto un po’di quel giallino che tanto mi va di moda ogni anno a luglio, visto che sono ancora del colore di dicembre.

La polvere naturale di bambù e l’estratto di bambusa, ingredienti della crema, favoriscono pure il rinnovamento della cute. Le cellule morte della pelle mi fanno ciao come le caprette di Heidi mentre le piccole rughe e striature dovrebbero venire attenuate, uniformando nel complesso il tono cutaneo. E per questo temo che una seduta non basti proprio ma adesso che ho iniziato, sono decisa a ritagliarmi il mio momento coccola.

Non vi dico tutti i giorni che mi profuma di fantascienza ma… donne, davvero ci meritiamo una cura seriale di noi stesse e non solo il ruolo di badante-tuttofare-nonmollaremai di Cinni, mariti, capi ufficio, colleghi.
Da oggi smetto i panni della Crocerossina perenne.
Provateci anche voi che ci fa bene.

(Info sul prodotto e su tanto altro per la cosmesi, le trovate su: http://www.jafra.it)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...