Le “P” Cronache: giorni 6-7-8 e, penso, pure i prossimi mille…

Santa Madre continua a vacillare.
Ormai lo scossone le ha preso le viscere, tanto che anche lei stessa si reca più volte in bagno per capire se deve andarci davvero oppure è solo una sensazione.

Come preannunciato con mesi di anticipo, sabato Santa Madre lascia la truppa senza il capitano ma si rende conto prestissimo che il capitano della truppa non è lei.
Prende un treno al mattino relativamente presto, abbandonando MM e due Cinni ancora pannolati dalla notte appena trascorsa.
Santa Madre starà a Milano praticamente tutto il giorno senza sentire (quasi) il telefono ad eccezion fatta per qualche sporadica chiamata in cui tutti sembrano divertirsi un casino anche senza di lei.


ore 10.10 circa, Santa Madre beveva un caffè con una Santa Amica Blogger che la recuperò nottetempo al binario della stazione.
Suona il telefono, è MM.

“Ciao, sei arrivata?” (grasse risate e urla di sottofondo)
“Sì, tutto bene…e voi?”
“Ale ha fatto la cacca.”
“Ah, bene, evviva, quindi?”
“Eh, niente.”
“Ma l’ha fatta nel vasino?”
“Eh, no. Aveva il pannolino…”

E allora dillo che ti piace vincere facile.

ore 18.45, Santa Madre arriva a casa e nessuno pare curarsi eccessivamente di lei, se non che un Cinno deliberatamente le frega il pacchetto di merendine gentilmente offerto da Kinder e sparisce. Cinno Ale si aggira in mutande perchè sta aspettando LEI. La pipì che esce solo due volte al giorno, pare. Immancabilmente quando è ora di dormire e Santa Madre cede al pannolino, LEI si presenta, bussa e Cinno Ale si sciogle dalla tensione spasmodica. Un sollievo che credo ricorderà per il resto della sua vita.

Colta da un attimo di sconforto nero, a Santa Madre urge un briefing.
Convoca tutte le sue amiche 2.0 in una chat colettiva a tema cacca-pipì su Whatsapp ma presto la cosa degenera perchè siamo un gruppo di donne pazze e meravigliose.
Alla fine ne esce che si deve adottare una linea dura.

Ok. Santa Madre proclama la fine perenne del Signor Pannolino a partire da…lunedì. Che di domenica non si iniziano le diete, figurati gli addii definitivi.

Nei giorni seguenti si contano:

Angoli battezzati: 15
Tappeti battezzati: 2
Cortili battezzati: 1
Lavatrici: 15 milioni
Madri sconfitte: 1
Cinni spannolati: 0

Ma il clima è molto fiducioso, eh.
Il nuovo mantra di casa è il seguente:
“Non ho mai visto un diciottenne col pannolino”.

…to be continued…

Annunci

4 pensieri su “Le “P” Cronache: giorni 6-7-8 e, penso, pure i prossimi mille…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...