Le “P” Cronache: giorno 2

Nel 1993 Ligabue pubblicava il suo terzo album “Sopravvissuti e sopravviventi”, io avevo 8 anni e oggi ho capito perfettamente cosa volesse dire con queste due parole.

Mi sento un po’ così, una sopravvissuta del giorno in cui non cambia niente, cambia solo che a raccogliere pipì, lavare culi, cambiare mutande ci sei solo tu, la Santa Madre. E non sto parlando della Russia.

 

 
Mi sono decisa a mettere in pratica due cose fondamentali per la mia sanità mentale:

1. Mettere il pannolino ai Cinni durante le uscite fuori casa. 

Ho pensato che avevo diritto a del cibo decente, dopotutto, ma ho visualizzato una scena apocalittica. 

Interno, giorno.

Sono in fila al supermercato con un carrello mediamente pieno di schifezze alza-morale-post-giornata-di-piscio-in-ogni-dove e davanti a me c’è LEI. La vecchina che non si ricorda il PIN del bancomat. 

Passano i minuti, sudo, muoviti ti prego vecchina del mio cazzo di cuore.

Ecco.

I Cinni si esibiscono in un sincrono di pozza doppia causa attesa biblica e un succo di frutta di troppo.

Panico.

Questo breve flash e una indescrivibile fame nervosa mi hanno convinta a spacciare il solito pannolino per una super tecnologica mutanda imbottita che giuro non assorbe quindi:

“Bambini, mi raccomando, se dovete fare pipì ditelo alla mamma, eh. Anche mentre siamo fuori! Soprattutto quando siamo fuori!”

“Ehnnò!”

“Ok, andiamo…”

2. Ho comprato montagne di teli assorbenti.

Ci appoggio i Cinni grondanti pipì dalle calze, Cinni con cacca a pallini nelle mutande, salvando almeno un 40×40 cm di pavimento.

SÌ, MADRI c’è anche questa meravigliosa notizia. La cacca pallino. Chi la conosce, sa di cosa parlo. 

“Amore adesso ci mettiamo qui e ci puliamo per bene eh?”

“Ehnnò.”

“Ok.”

Angoli battezzati: 10
Letti bagnati: 0
Lavatrici: 1
Pipì nel posto giusto: 2 (fortuite e non volute. Ho barattato il mio i-Pad per 10 minuti di seduta sul vasino. Pessima madre.)

E domani qualcuno diceva che è un altro giorno.

Grazie, Rossella, prenderò nota.

Annunci

3 pensieri su “Le “P” Cronache: giorno 2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...