Come scegliere il passeggino doppio

La scelta del passeggino è sempre una sfida, anche quando di figli ne hai uno.
Parte subito la ricerca della perfezione, che poi in realtà tu non ne sai un bel niente di passeggini, come di tutto il resto che riguarda un neonato d’altronde, che ti lasci consigliare da amiche e parenti, che leggi quei 20-30 forum di mamme.
Io sono stata fortunata perché quando ho scoperto di aspettare due gemelli, una cara amica di famiglia si è subito attivata e mi ha recuperato un’infinità di cose e il resto lo ha fatto mia zia, passandomi di tutto e di più usato dai mie cugini.
Mi sono ritrovata già con un passeggino gemellare stile “treno” come l’ho rinominato, cioè in linea retta, della Peg Perego. Inutile dire che sono finita a comprarne uno leggero sempre della Peg Perego, con le sedute affiancate, appena i bimbi sono stati in grado di rimanere seduti bei dritti.
Ciascun modello ha i suoi pro e i suoi contro. Non sono certo onnisciente in materia ma penso che alcune di queste considerazioni possano essere utili per la scelta.

Il treno

IMG_0451.JPG

– perfetto finché i bambini stanno nell’ovetto. Si staccano dal telaio, si caricano in auto attaccandoli agli appositi agganci e nel baule vi trovate il minimo ingombro (del telaio appunto) e soprattutto avrete impiegato 2 minuti per l’operazione!

– passa da quasi tutte le porte. Ha più o meno l’ingombro di un passeggino singolo solo molto più lungo 🙂 non dovreste avere problemi nemmeno alle casse del supermercato, se dovete fare la spesa da sole con i bimbi.

– normalmente ha ruote abbastanza grandi, si guida benissimo in caso di trekking (tutta la mia solidarietà), buche, va da dio anche in spiaggia.

– è molto modulabile. Le sedute di solito si possono posizionare in vari modi: entrambi i bimbi guardano la mamma, entrambi guardano il mondo, si guardano a vicenda…

– non entra in nessun ascensore. A meno di quello per le lettighe dell’ospedale, provare per credere.

– quando i bimbi non entrano più nell’ovetto, nel baule dell’auto oltre al telaio vi troverete anche le sedute. Ogni volta il passeggino va smontato e se avete la macchina piccola, siete fritti.

– il modello che ho testato io (quello nella figura sopra) Peg Perego, era dotato di una specie di volante ma appena i bimbi sono cresciuti di peso, è diventato praticamente ingovernabile. So che ne esistono di modelli più easy tipo questo:

IMG_0452.JPG

ma non ne ho esperienza….qualcuno ce l’ha?

il modello affiancato

IMG_0453.JPG

– è leggerissimo da manovrare anche quando i bimbi iniziano a pesare.

– l’ingombro in auto è minimo. Normalmente questi modelli si ripiegano su se stessi e diventano schiacciatine!

– si lava molto più facilmente, non avendo imbottiture asciuga velocemente.

– passa dalle porte di tutti gli ascensori moderni…diciamo che potreste trovarvi in difficoltà con ascensori stile anni 60 ma per il resto siete a posto.

– non è il massimo per i neonati. È poco imbottito per l’inverno, conviene aggiungere un sacco apposito per il passeggino che protegga un po’ il bimbo dal vento ed eventualmente acqua.

– molti modelli hanno ruote piccole perciò dimenticatevi passeggiate in pineta, spiaggia, strade con buche…vi trovereste incastrati ad ogni dislivello.

– non passa da tutte le porte…niente spesa da sole se non alle casse veloci, lo shopping in 3 è a rischio e in generale mi è capitato più volte di dover far aprire portoni completamente per farmi passare.

A voi la scelta!

(n.d.r. Mi scuso con chi, oggi pomeriggio, avesse visualizzato questo post “monco”. Lo avevo scritto molto meglio, giuro, ma wordpress ha deciso di tagliarlo e pubblicarlo a metà ed essendo stata in spiaggia coi bimbi me ne sono accorta solo ora.)

Annunci

6 pensieri su “Come scegliere il passeggino doppio

  1. momfrancesca ha detto:

    Bella condivisione della tua esperienza. Io, come te, all’inizio non sapevo quale passeggino scegliere e ho optato per uno normalissimo, un trio della Cam. Dove vivo io non è pianeggiante, ho spesso scale da affrontare e strade con buche. Ho dovuto per forza cambiare passeggino perché con il Cam era impossibile passeggiare. Ho optato per un Quinny speedi, con le ruote grandi, è FANTASTICO. C’entra poco con il tuo post perché parli di passeggini gemellari, ma l’ho inserito lo stesso 🙂
    ciaoo

    Mi piace

  2. Sabrina ha detto:

    Ciao!! Io come esperienza di passeggino doppio sto collaudando felicemente l’affiancato della bugaboo: il
    Donkey.
    Per ora solo nella versione carrozzina ed ovetti (i miei gemelli hanno 3 mesi), e vado ovunque! Molto maneggevole e apparentemente ingombrante: sono riuscita a metterlo nella lancia y!
    Ora vedremo come si adatterà alla crescita dei piccolini!

    Mi piace

  3. Maria ha detto:

    Caio! Anche io come Mamma Francesca ho avuto un solo e utile passeggino (non gemellare) con cui mi sono trovata bene, fortunatamente =)
    Il passeggino in questione era un’Anex Sport e oltre ad avermi subito deliziato lo sguardo, ha superato il collaudo grazie alla sua facile maneggevolezza. Le ruote sono morbide ed è facile da aprire/chiudere. Anche se è una marca ancora poco in voga mi sento a mio agio a consigliarvela! Vale i soldi spesi.

    Ps. speravo di avere anche io dei gemelli (visto che c’erano le possibilità genetiche) ma purtroppo non è andata così =(

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...