Il bambino che parla col colore

Da qualche giorno ho notato un comportamento ripetitivo in Alessandro che mi ha subito incuriosito.
Visto che luglio quest’anno ha deciso di essere ottobre, ho comprato una scatola di pastelli colorati ai miei Piselli e ho stampato una marea di disegni da colorare per passare il tempo.
A terra rovescio tutti i pastelli della confezione, non intervengo mai nel loro gioco a meno che non siano loro a coinvolgermi, posiziono i fogli e la dinamica è sempre la stessa.
Ale prende il nero e il marrone, ciascuno in una manina e si mette a disegnare puntini sul foglio.
SEMPRE nero e marrone.
“Ma accidenti che colori tristi!” È la prima cosa che ho pensato.
Poi mi sono incuriosita per la ripetitività del gesto e mi sono chiesta se non nascondesse un messaggio.
È partita la ricerca compulsiva di informazioni.

Come sospettavo, i disegni dei bambini sono parlanti, sono pensieri, parole non dette, emozioni.
Persino dove puntano la matita per iniziare il loro disegno ci può dire qualcosa, dare uno spunto.
Ecco quello che ho trovato sul colore.

Rosso: un bimbo che predilige il rosso è vitale ed esuberante, allegro, coraggioso e passionale. Non tollera di essere frenato in alcun modo. Se lo si frena potrebbe diventare iroso e astioso.

Giallo: energico, dinamico, libero, desideroso di apprendere e muoversi.
E’ alla ricerca dell’amicizia e, da grande, sarà portato ai lavori nel sociale. Ha bisogno di sentirsi al sicuro per potersi esprimere, va dunque elogiato quando fa qualcosa di positivo.

Verde: di solito, il bimbo che sceglie il verde è nervoso, ipersensibile ed emotivo, è molto impressionabile e ama la natura. Il bimbo lo sceglie perché il verde tende a calmare…

Blu: il bimbo è calmo e sereno. Gli piace giocare con gli altri ma anche da solo.

Viola: il bambino è stato “responsabilizzato” troppo presto. Ha paura di sbagliare e di ferire gli altri. Bisogna fare un passo indietro per seguire le sue tappe.

Marrone: Bambino serio e posato, va stimolato ad esprimersi perché tende a nascondere se stesso e, soprattutto i suoi bisogni.

Nero: il bimbo che disegna col nero è afflitto da una profonda insoddisfazione. È un colore di chiusura perché non si sente compreso e assecondato.

Grigio: bimbo che ha paura ad affrontare le difficoltà. Va compreso e aiutato a capire che, accanto a lui, c’è sempre qualcuno che può aiutarlo.

Rosa: denota una grande sensibilità, disponibile con tutti, questo bimbo sceglie compagni che non siano violenti e rumorosi.

Arancione: amato dai bambini aperti, loquaci, entusiasti di fronte alle nuove esperienze.

Turchese: tipico del bambino felice di dipendere da qualcuno, ama appoggi e incoraggiamento, e ha bisogno dell’appoggio degli altri accanto a lui. È sensibilissimo e riesce a cogliere tutte le sfumature di ciò che lo circonda.

Libri interessanti:
“Il tuo bambino lo dice coi colori” di Paola Federici
“Non sono scarabocchi” di E. Crotti e A. Magni

Sono indecisa se credere o no a queste teorie.
Esperienze? Suggerimenti? Articoli? Libri?

Annunci

3 pensieri su “Il bambino che parla col colore

  1. francescaboi ha detto:

    È verissimo, ho letto anche io. Trovo uno sfondo di verità in quel che hai riportato. Anche mia figlia usava i colori nero e marrone, ma poi ha abbandonato per il rosso. Sono fasi, poi si modificano continuamente. Anche altre caratteristiche, come la posizione del sole o come son disegnate le porte, dice molto dell’io dei bambini. Anche quando disegnano la famiglia: chi viene disegnato prima, chi dopo, chi viene disegnato lontano ecc….

    Mi piace

    • LaSam ha detto:

      Grazie Francesca per il tuo commento!
      In effetti Alessandro è in una fase di insicurezza cronica, mi sembra. Cerca la mia approvazione per ogni mossa mentre il gemelli Riccardo vuol fare da solo. Ma hanno nemmeno due anni, ci può stare tutto.
      Avevi notato insicurezza anche in tua figlia nel suo perido nero-marrone?
      Quanti anni ha ora?

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...